A cosa serve Remifemin – integratore per la menopausa

Remifemin, integratore donne in menopausa

Oggi vorremmo parlare a tutte quelle donne che si trovano già nel periodo della menopausa, ma non solo, anche a quelle che presumibilmente si stanno avvicinando a questa fase della propria vita, a tutte coloro che hanno quindi un’età che va dai 45 ai 50 anni, in quanto saranno molto prossime all’avvenire di questo cambiamento. 

Questa è una fase della vita di una donna molto delicata, piena di cambiamenti, anche se ovviamente, il risultato più ovvio e lampante di questo periodo è la fine del ciclo mestruale.

Questo stop, porta con se infatti molte variazioni a livello globale nel corpo femminile, alcune visibili praticamente da subito, altre che si potrebbero far sentire con il passare del tempo.

Una delle conseguenze visibili, e che colpisce la maggioranza dei soggetti interessati sono le vampate di calore, disturbo molto fastidioso, ma non paragonabile come importanza sicuramente agli stati depressivi, conseguenti la variazione ormonale che la menopausa comporta o patologie delle ossa, come l’osteoporosi.

Altri disturbi sono quelli legati alla sfera sessuale, che si mostrano solitamente in una riduzione dell’appetito sessuale stesso, con conseguente difficoltà nell’avere rapporti, anche se questa sfera è solitamente trattata con medicinali paragonabili al Viagra per donne  (Lovregra).

E questi sono solamente una minima parte dei disturbi che si possono presentare appunto durante questo periodo, che ricordiamo ricopre una fetta molto ampia dell’intera vita di una donna, perché se è vero che la vita media si sta allungando, il periodo in cui la menopausa si presenta rimane pressoché invariato.

Quello che una donna deve in questa fase è necessariamente farsi seguire da un medico, il quale potrà monitorare la condizione e suggerire inizialmente magari solo integratori, come potrebbe essere Remifin, e successivamente cure vere e proprie, che possono anche arrivare alla somministrazione di ormoni nei casi più seri.

La cosa fondamentale è non aspettare nel chiedere consiglio ad un medico, ma farlo appena il periodo della menopausa inizia, infatti è importantissimo che le conseguenze stesse vengano trattate tempestivamente, in modo da andare a ridurre gli effetti negativi futuri e allo stesso tempo ridurre la possibilità che si presentino altre manifestazioni indesiderate e ben più gravi.